Alla ricerca delle tracce perdute

Qualche mese fa sono andato in due cimiteri militari italiani nel nord della Francia a Bligny e Soupir.

Siccome internet quando è utilizzato con fini giusti diventa un mezzo incredibile, sono stato contattato da Mario S. che vive in Umbria e sta facendo un bellissimo lavoro di ricerca su alcuni caduti della Prima Guerra Mondiale. In particolare, ricercava un certo Torello Tomassini morto in prigionia. Cercando insieme abbiamo ritrovato la tomba del caduto nel cimitero di Soupir e ne ho approfittato per pubblicare l’elenco dei seppelliti in questi due grandi cimiteri che troverete nell’articolo di qualche mese fa.

 

Mario mi ha comunicato recentemente dopo aver avuto alcune risposte dal Ministero della Difesa che il soldato Tommassini è morto ed è stato seppellito a Maubert-Fontaine (un piccolo villaggio del nord delle Ardennes vicino la frontiera Belga).

Approfitto dell’occasione per informarvi che se volete fare delle ricerche su caduti della Prima e Seconda Guerra Mondiale potete cercare in questa banca dati e per la Prima Guerra Mondiale scrivere a Onor Caduti che vi risponderà con tutte le informazioni disponibili.

 

Direzione Maubert-Fontaine

 

 

Questo fine settimana mi sono recato sul luogo, ho incontrato dei dipendenti del comune, ho parlato con il presidente dell’associazione degli ex-combattenti del villaggio: nessuna traccia di soldati italiani a Maubert-Fontaine!

 

 

Il cimitero locale non ha tracce di tombe militare tranne di qualche soldato del Commonwealth della Seconda Guerra Mondiale e di soldati francesi che sono stati riportati nel loro villaggio di origine.

 

 

 

 

Purtroppo, le piccole storie che sono anche la nostra storia si perdono spesso nei meandri del tempo.

 

A quanto pare nel villaggio, l’attuale liceo sarebbe stato utilizzato come ospedale durane la Grande Guerra.

 

 

 


Direzione archivio

Lo stesso giorno ho deciso di fare una centinaia di chilometri in più fino agli Archives Départementales des Ardennes di Charleville-Mezières. Non ho trovato nessun documento che trattava del piccolo villaggio di Maubert-Fontaine o del trasloco delle salme insieme verso Soupir dove oggi riposa il nostro caduto, però ho ritrovato alcuni documenti che potrebbero interessare chi sta facendo delle ricerche su alcuni caduti in Francia.

Non posso mettere le fotografie fatte in archivio. Anche se si possono fare, ho dovuto firmare un documento che mi impediva di diffondere le fotografie. Ho quindi deciso di trascriverli.

Il primo documento è una lettera del Prefetto delle Ardennes che informa i sindaci che il Governo italiano è autorizzato a traslocare le tombe dei soldati italiani verso il cimitero militare italiano di Bligny.

Il secondo documento (allegato al primo) è una tabella che riprende i numeri di soldati italiani sparsi nei cimiteri locali italiani che devono essere traslati nel grande cimitero di Bligny.

 

lettre prefet cimetiere ita

Ci sono due pagine, cliccando sul documento si può accedere alla seconda pagina.

 

Sperando che possa aiutare qualcuno che fa delle ricerche sui caduti italiani in Francia. Ringrazio Mario che ha fatto nascere questa curiosità a proposito di un pezzo di storia che è sconosciuto dalle mie parti: la liberazione italiana della Francia durante la Grande Guerra.

 

Purtroppo gli Archivi del dipartimento dell’Aisne (dove si trova Soupir) sono chiusi per trasloco. Appena riaprono sarà motivo per fare un giretto lì.

 


La foto di copertina è del giorno dell’inaugurazione del Monumento offerto dalle donne italiane ai caduti in francia, Soupir – fonte gallica.


 

PS: Se qualcuno vuole fare delle ricerche su un proprio familiare e ha bisogno di aiuto, esiste questa pagina che vi darà qualche informazioni e se avete bisogno potete lasciare un messaggio nella pagina segnalazioni.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.